Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la Privacy PolicyAcconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?

Meccanica, meccatronica ed energia Scienze applicate Informatica e telecomunicazioni Grafica e comunicazione Corso serale
Text Size

Accesso delle famiglie al registro online e a tutte le istruzioni per utilizzarlo

IISS "Guglielmo Marconi" (BAIS063003)
Piazza Carlo Poerio, 2
I-70126 Bari, BA
Tel: (+39) 080-5534450
CF: 93449270722
CUF: UFA1CH
email: bais063003@istruzione.it
pec: bais063003@pec.istruzione.it
CCP: 1022330714
( IT76L 07601 04000 001022330714 )
intestato a II.SS. G.MARCONI
BATF06301G Istituto Tecnico Tecnologico
Guglielmo Marconi
BAPS06301D Liceo Scientifico
Margherita Hack
BATF063511 Corso serale
Guglielmo Marconi

 

Ai giochi della Chimica 2018

Alunno NittiGiochi della Chimica 2018





Congratulazioni al nostro alunno Gabriele Nitti, della 4SA, che, guidato nella preparazione dalla prof.ssa Laura Cosso, si è classificato al settimo posto nella fase regionale dei Giochi della Chimica per la classe di concorso B. Il ragazzo, durante la cerimonia di premiazione che si è tenuta venerdì 4 maggio presso il Dipartimento di Chimica, ha ricevuto un attestato di merito.

Complimenti a tutti gli alunni dell'IISS "Marconi-Hack" che hanno partecipato alla gara, per l'impegno profuso e per essersi cimentati in una competizione molto impegnativa.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La formazione sul primo soccorso nella scuola

La formazione sul primo soccorso nella scuola ha l'obiettivo di educare gli studenti italiani a realizzare un primo soccorso efficace in caso di emergenza sanitaria, eseguendo unicamente manovre proporzionate al pericolo, ossia solamente le manovre salvavita da effettuarsi in stato di necessità, superando le remore e i timori di ampia parte della popolazione che, attualmente, di fatto, limitano fortemente la diffusione degli interventi.

Prestare soccorso, in Italia, non rappresenta unicamente un gesto di solidarietà umana o l’espressione di una visione etica del rapporto sociale tra persone, ma costituisce anche un preciso obbligo di legge ai sensi dell’art. 593 del codice penale. Le norme, inoltre, prevedono un’adeguata tutela giuridica per il soccorritore che, in presenza di persona che si trovi in immediato pericolo di vita, effettui le manovre “salvavita” di primo soccorso.

In tale ottica  gli alunni delle classi  terze dell'Istituto Tecnico Tecnologico, nell’ambito del percorso di Alternanza Scuola-Lavoro, hanno partecipato, nel mese di aprile, alle attività di formazione in materia di “Primo Soccorso” previste nella convenzione con la ONLUS VOLONTARI DEL SOCCORSO E PROTEZIONE CIVILE di Cellamare (Ba). I Corsi si sono tenuti in Istituto.

Ricordiamo che il primo soccorso rappresenta il primo aiuto (First Aid) che viene prestato alla vittima di un improvviso evento dannoso per la salute, quale un malore e/o un trauma in attesa dell’intervento di soccorso garantito istituzionalmente, su tutto il territorio nazionale, dal Servizio di Emergenza Territoriale 118. Gli obiettivi del primo soccorso sono preservare la vita, alleviare la sofferenza, prevenire nuove malattie o lesioni, favorire la guarigione. Il primo soccorso ha un potenziale valore salvavita e di salvaguardia della salute e dell’integrità fisica: alcune manovre di primo soccorso, infatti, laddove messe in pratica con tempestività ed adeguatezza metodologica, possono avere valore determinante per la sopravvivenza del paziente, mentre altre, nel caso non esista un immediato pericolo di vita, possono essere comunque fondamentali per evitare complicanze o ulteriori compromissioni. Le manovre di soccorso che si effettuano nelle situazioni di maggiori gravità, che comportano pericolo immediato per la sopravvivenza, sono definite “manovre salvavita”. Esse possono supportare, temporaneamente, le funzioni vitali compromesse (cerebrale, respiratoria, cardiocircolatoria) del soggetto ovvero possono anche determinare il recupero delle funzioni vitali. La loro esecuzione consente di “guadagnare tempo” mantenendo in vita la persona in attesa del soccorso professionale o di aumentare le probabilità di risposta favorevole alle terapie successive effettuate dai sanitari o ancora in alcuni casi di risolvere completamente il problema (es. in caso di disostruzione delle vie aeree da corpo estraneo). L’esecuzione precoce e appropriata delle manovre salvavita nel soggetto in imminente pericolo di vita può davvero fare la differenza tra la vita e la morte, in quanto in grado di impedire o, per quanto possibile, di rallentare, anche significativamente, l’evoluzione delle condizioni cliniche verso l’arresto cardiaco o, in caso di arresto cardiaco, verso la morte.

Vedi l'album fotografico!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Orientamento consapevole con il Dipartimento di Informatica UniBA

Nell'ambito del Progetto di "Orientamento consapevole", l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro ha organizzato e svolto 27 corsi, consistenti in seminari tematici e/o attività laboratoriali di orientamento, rivolti agli studenti del V e del IV anno degli Istituti Secondari di Secondo Grado.

Tali corsi, attivati gratuitamente e della durata massima di 30 ore, hanno previsto lo sviluppo di temi all’avanguardia affrontati in ottica orientativa. I corsi frequentati con profitto consentiranno, secondo quanto indicato nelle linee guida, il riconoscimento di CFU validi per i Corsi di Laurea specifici, oltre che essere riconosciuti per l’attribuzione di crediti scolastici da parte delle istituzioni scolastiche nell’ambito della propria autonomia.

A causa della specificità del nostro istituto, tra le varie proposte presentante ai nostri studenti dell'indirizzo informatica e telecomunicazioni e del liceo scientifico (per la prima volta non soltanto di quinta classe, ma anche di quarta), quella dell'orientamento presso il DIB (Dipartimento di Informatica) è risultata la più gettonata.

I temi svolti nei 10 seminari di 3 ore ciascuno sono stati tra i più attuali e stimolanti:

  1. INTRODUZIONE ALLA INFORMATICA
  2. ELABORAZIONE DEL LINGUAGGIO NATURALE
  3. INFORMATICA OLTRE STEREOTIPI E PREGIUDIZI
  4. INTELLIGENZA ARTIFICIALE
  5. SISTEMI DI SICUREZZA
  6. MOBILE COMPUTING
  7. INGEGNERIA DEL SOFTWARE E INDUSTRIA 4.0
  8. DATA SCIENCE
  9. PROBLEM SOLVING E CODING
  10. LABORATORIO DI INFORMATICA

I nostri studenti hanno seguito con regolarità le iniziative formative e hanno tutti superato l'esame finale:

COGNOME NOME DATA NASCITA RISULTATO TEST Classe
CAIULO FABIO 20/10/2000 SUPERATO 4IB
CASTELLANETA VITO 25/08/2000 SUPERATO 4IB
LENOCI FABRIZIO 12/11/2000 SUPERATO 4IB
LEOTTA ALEX 16/07/2000 SUPERATO 4IB
MASTRORILLI MICHELE 04/03/2000 SUPERATO 4IB
RICAPITO DANILO 06/08/1999 SUPERATO 4IB
SIBILLA ANTONIO 25/09/2000 SUPERATO 4IB
CAFAGNA CLAUDIO 03/04/1998 SUPERATO 5IA
CITARELLA EMANUELE 26/09/1999 SUPERATO 5IA
DE MICHELE ANDREA 04/08/1999 SUPERATO 5IA
FUSO GIANLUCA 07/04/1999 SUPERATO 5IA
IACOBELLIS GIORGIA 10/01/2000 SUPERATO 5IA
LADISA MATTIA SEBASTIANO 20/10/1999 SUPERATO 5IA
RIA DAVIDE 22/03/1999 SUPERATO 5IA
DI TULLIO VITO 07/03/1998 SUPERATO 5IB
MARZULLI ALESSANDRO 07/07/1999 SUPERATO 5IB
ORSINI ANTONIO 15/09/1999 SUPERATO 5IB
GRIECO SIMONA 15/01/1999 SUPERATO 5SA
MANZARI ANTONIO 01/02/2000 SUPERATO 5SA
CASALE ROBERTO 23/11/1999 SUPERATO 5SB
MEHLAB EMANUELE 07/03/2000 SUPERATO 5SB

Auguriamo un futuro radioso a ciascuno di loro!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Progetto “Pet therapy” per l’inclusione a scuola

Il progetto nasce dal riconoscimento del valore terapeutico degli animali, cioè dell’importanza che gli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) possono avere nella costruzione e nel miglioramento del benessere nelle aree socio relazionale, affettiva emotiva, cognitiva e motoria della persona e dall’incontro fortuito con l’associazione cinofila no profit “I giardini di Argo”, fondata dalla dott.ssa Ada Miraglia, addestratore cinofilo e terapeuta ma anche medico di base e veterinario. L’associazione di volontari accoglie, cura e addestra cani abbandonati o con storie difficili.

Gli otto incontri a scadenza settimanale, previsti tra il 10 aprile e il 22 maggio all’interno dei locali dell’istituto e in orario scolastico, vedranno alcuni alunni cimentarsi, nell’arco di due ore, in attività volte alla stimolazione della memoria, della coordinazione ed orientamento spaziale, della coordinazione oculo-manuale, ma anche all’allenamento delle abilità empatiche, del gioco simbolico e della meta cognizione e all’accudimento.

L’intervento all’interno del contesto scolastico può promuovere l’esecuzione di esercizi di problem solving ed esecutivi volti a migliorare lo svolgimento di azioni nella vita quotidiana degli alunni. Al termine di ogni attività sarà richiesto ai partecipanti di collaborare, per quanto possibile, alla pulizia del setting, stimolando così ulteriormente abilità ecologiche ed igiene.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il coraggio di sognare

Nella mattinata del 22 marzo 2018, presso l’Istituto “Marconi-Hack” di Bari, si è svolto l’incontro dal tema “Il coraggio di sognare” nel ricordo di don Tonino Bello, l’indimenticato vescovo di Molfetta, a venticinque anni dalla sua morte.

     

 

Davvero emozionanti gli interventi dei relatori che hanno tenuto alta, per un’ora e mezza circa, l’attenzione degli studenti e di quanti sono convenuti. È stato un incrocio di ricordi, di aneddoti e anche di lacrime.

Dopo il saluto iniziale della dirigente scolastica, prof.ssa Anna Grazia De Marzo, ha preso la parola la dott.ssa Di Febo, dell’Ufficio Scolastico Regionale, la quale ha illustrato il progetto “Scuole in cammino con DON TONINO BELLO” (Marcia   – Leuca), in collaborazione con l’USR Puglia, l’Assessorato alla formazione e al lavoro della Regione Puglia, le scuole intitolate a don Tonino e la Fondazione don Tonino Bello di Alessano, che culminerà nella I MARCIA, che avrà luogo il 04/05/2018 partendo da ALESSANO e arrivando a LEUCA. Sottolineando che il progetto è rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado, la dott.ssa Di Febo ha invitato anche la Dirigente del “Marconi-Hack” a partecipare a tale iniziativa.

A rendere la prima testimonianza è stato il prof. Matteo d’Ingeo, docente dello stesso Istituto, dopo che è stata data lettura di un testo di don Tonino sulla pace rivolto ai ragazzi. D’Ingeo ha riletto, con commozione, alcuni passaggi dell’omelia di don Tonino pronunciata in occasione dei funerali del sindaco di Molfetta, Giovanni Carnicella, ucciso il 7 luglio del 1992. Ripercorrendo i momenti di quel triste avvenimento, il prof. d’Ingeo ha ricordato la profonda sofferenza di don Tonino nel constatare che “chi ha sparato non è un mostro, ma un nostro concittadino” richiamando la comunità a non deresponsabilizzarsi ma ad interrogarsi su quanto era accaduto.Un messaggio forte e ancora attuale.

Poi è stata la volta del dott. Felice Spaccavento che, con forza, ha ricordato la dedizione di don Tonino per gli altri “facendo diventare la Chiesa di Dio Chiesa dell’uomo”. Il dott. Spaccavento ha inoltre ricordato i numerosi incontri avuti con don Tonino, dall’ascolto delle omelie in chiesa fino all’esecuzione del brano musicale “Dammi, o Signore, un’ala di riserva” nella stanza del vescovo morente e, successivamente, durante i solenni funerali. Il brano è stato riproposto durante l’incontro con una commossa partecipazione di tutti i presenti.

Articolato e suggestivo è stato l’intervento di Mons. Felice Di Molfetta che ha voluto sottolineare la figura di don Tonino Bello come uomo e cristiano appassionato di Dio e dell’uomo. Mons. Di Molfetta ha invitato ad “evitare l’aspetto spettacolarizzante e tutto quello che oggi sta succedendo attorno alla figura di don Tonino, perché lui era schivo di queste realtà, era un uomo essenziale”. Il presule ha concluso il suo intervento ricordando quello che avveniva quando don Tonino raggiungeva le scuole, parlando da uomo esperto di vita, mosso dalle grandi passioni tra le quali c’era la “curiositas”, l’interessarsi di tutto ciò che è bello e che alimenta la nostra vita con “valori alti e altri”.

Due laici, assieme a un vescovo, hanno realizzato quella “convivialità delle differenze” tanto cara a don Tonino. Anche questa è ”buona scuola”.

Domenico Campanale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

10° appuntamento UNISISTEM DAY

AlunniGli alunni dell’IISS Marconi-Hack hanno partecipato il 16 Marzo 2018 presso la Facoltà di Agraria di Bari al 10° appuntamento UNISISTEM DAY (centro di ricerca coordinata sulle cellule staminali dell'Università degli Studi di Milano).

 

Giornata particolarmente interessante nella quale sono state presentate le ultime ricerche sulle cellule staminali con la straordinaria partecipazione di scienziati e ricercatori quali il prof. Angelo Vescovi che da diversi anni conduce importanti ricerche in Puglia presso la struttura sanitaria "Casa Sollievo della Sofferenza" in San Giovanni Rotondo (FG).

 

AlunniAl termine delle relazioni una nutrita rappresentanza del nostro istituto ha avuto l'opportunità di intrattenersi con il prof. Vescovi, rivelatosi non solo grandissimo relatore ma anche persona simpatica e di particolare cordialità.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Personale ATA - Graduatorie di circolo e di istituto III fascia: Allegato D3

AI DIRIGENTI SCOLASTICI
Si trasmette quanto comunicato dal referente informatico dell’USR Puglia
Dirigente USP Bari: LOTITO Giuseppina

Da oggi gli aspiranti della graduatoria di istituto di III fascia del personale ATA, possono inoltrare l’istanza con la scelta delle sedi (allegato D3).

Ricordo che è necessario che sia presente a SIDI una domanda VALIDA altrimenti l’utente riceverà un messaggio di blocco che lo inviterà a far riferimento alla scuola a cui è stato presentato il modello.

Una volta riconosciuto come utente con domanda valida, all’interessato viene riproposta:

  1. l’anagrafica utente: questa viene “presa” da POLIS, pertanto, in caso di necessarie modifiche, l’interessato potrà in autonomia variare i dati accedendo ad istanze on line;
  2. la scuola dove si è presentata la domanda e che ha gestito l’istanza;
  3. una sezione per la scelta delle sedi: se vi sono sedi presentate nel triennio precedente queste verranno riproposte ed ovviamente potranno esser modificate. Invece, qualora non vi fossero  sedi precedenti, la schermata risulterà vuota con il tasto “Aggiungi Sedi” da selezionare. L’utente potrà (è opzionale) utilizzare i filtri di Comune (sono riproposti nel menù a tendina i soli comuni della provincia di presentazione della domanda) e/o Tipo Istituto. Se non vengono applicati filtri, l’applicazione propone tutte le sedi della provincia di presentazione della domanda. Qualora invece fosse selezionato un comune dove c’è solo una tipologia di scuola, la voce “Tipo di istituto” non sarà attivabile.

Un’osservazione importante: quando si parla di triennio precedente (iniziato nel 2014/15) si fa riferimento alle sedi eventualmente confermate nel 2016/17 che siano esprimibili anche nel 2018/19 (quindi a valle delle operazioni di dimensionamento).  Questo vuol dire che potrebbero esser presenti più di 30 sedi. In tal caso l’applicazione propone SOLO le prime 30 del vecchio elenco. Dal momento che l’aspirante ovviamente non è tenuto a conoscere queste evoluzioni dell’anagrafe scuola gli verrà prospettato un messaggio che lo avvisa, in modo tale che qualora fosse interessato proprio alle ultime due sedi “scartate”, può effettuare una sostituzione. Invece le sedi non più esprimibili vengono escluse dalla lista.

  1. il sistema permette l’ordinamento delle sedi, ma è scritto chiaramente che questo NON ha impatto in fase di produzione delle graduatorie.
  2. l’aspirante inserisce il codice personale, e solo allora potrà inoltrare l’istanza. Con l’inoltro viene prodotto il pdf che  viene inviato anche alla casella mail registrata e conservato nell’archivio. Finché non fa l’inoltro non viene registrato nulla sul DB: in questo modo non saranno memorizzare domande con stato “Inserita ma non Inoltrata”.
  3. Se l’aspirante rientra sull’istanza, viene avvisato che un modello è stato già inoltrato e potrà riscaricare il pdf (in alto a dx), o annullare l’invio (ma gli verrà chiesto di inserire il codice personale). In caso di annullamento, verrà anche inviata una mail che informa della cancellazione dell’inoltro e l’interessato potrà procedere all’invio di una nuova istanza.
  4. La scuola nella funzione “Elenco domande in carico alla scuola” descritta nel manuale di prossima pubblicazione potrà visualizzare i modelli inoltrati dagli aspiranti di propria competenza.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Menu

La nostra scuola... in chiaro

 

Ascolta Miur radio network: la voce della scuola

 

Siamo qui

In agenda

20 Giu 2018
08:30AM -
Prima prova scritta Esami di Stato
21 Giu 2018
08:30AM -
Seconda prova scritta Esami di Stato
22 Giu 2018
03:00PM - 06:30PM
Esami Nuova ECDL + e-Citizen
25 Giu 2018
Terza prova scritta Esami di Stato
11 Lug 2018
08:30AM - 06:00PM
Prove verifica debiti formativi
12 Lug 2018
08:00AM - 10:00AM
Prove verifica debiti formativi
23 Lug 2018
10:00AM -
Prove preselettive concorso dirigenti scolastici
Ultimo mese Giugno 2018 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2 3
week 23 4 5 6 7 8 9 10
week 24 11 12 13 14 15 16 17
week 25 18 19 20 21 22 23 24
week 26 25 26 27 28 29 30

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia

Sito Ufficiale dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia
Emblema dell'Unione Europea Emblema della Repubblica Italiana Emblema della Regione Puglia Programma Operativo Nazionale -Per la Scuola: competenze e ambienti per l'apprendimento- 2014-2020 ECDL Cisco Systems Zeroshell net services

 

Follow Us