Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la Privacy PolicyAcconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?

Meccanica, meccatronica ed energia Scienze applicate Informatica e telecomunicazioni Grafica e comunicazione Corso serale

Nelle giornate di mercoledì 21, giovedì 22 e lunedì 26 giugno 2017 l'istituto resterà chiuso agli utenti esterni a causa dello svolgimento delle prove scritte degli esami di Stato.

Text Size
IISS "Guglielmo Marconi" (BAIS063003)
Piazza Carlo Poerio, 2
I-70126 Bari, BA
Tel: (+39) 080-5534450
CF: 93449270722
CUF: UFA1CH
email: bais063003@istruzione.it
pec: bais063003@pec.istruzione.it
CCP: 1022330714
intestato a IISS G. MARCONI
BATF06301G Istituto Tecnico Tecnologico
Guglielmo Marconi
BAPS06301D Liceo Scientifico
Margherita Hack
BATF063511 Corso serale
Guglielmo Marconi

 

Piano Nazionale Scuola Digitale

On the code again

Logo PNSD

 

Visto il grande successo delle ore del codice realizzate in più di metà delle classi del nostro istituto durante l'Europe Code Week 2016, a grande richiesta si ripete l'esperienza nel corso della settimana del PNSD, dal 25 al 30 novembre 2016, facendosi guidare i più piccoli dall'eroina di Oceania, ultimo film Disney, e i più grandi avventurandosi all'interno della community di Scratch per mettere in comune le proprie creazioni.

L'evento sarà più volte condiviso con il territorio nelle settimane successive, quando la scuola sarà aperta al pubblico per gli open day e gli open lab.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

CodeWeek4all 2016

La Commissione Europea ha rinnovato l’invito alle scuole ad aderire alla campagna CodeWeek4all lanciata dal gruppo dei CodeWeek ambassador. Si tratta di una vera e propria sfida a coinvolgere tutti gli alunni in eventi di coding durante Europe Code Week 2016.

La programmazione è per tutti, non solo per i programmatori. È questione di creatività, attitudine al pensiero computazionale, arricchimento personale, capacità di espressione e di ragionamento. La programmazione creativa deve essere introdotta nelle scuole per dare a tutti l’opportunità di sviluppare queste capacità trasversali.

Europe Code Week lancia la “CodeWeek4all challenge” per contribuire a portare la programmazione nelle scuole.

Tutte le scuole sono state invitate a registrarsi online gratuitamente per ottenere un identificativo univoco da aggiungere alla descrizione di ogni evento Codeweek organizzato dalla scuola, preferibilmente tra il 15 e il 23 ottobre (http://events.codeweek.eu/).

La sfida consiste nell’organizzare all’interno della scuola tanti eventi di programmazione che coinvolgano il maggior numero possibile di studenti durante Code Week 2016. Il codice univoco associato a tutti gli eventi organizzati all’interno della stessa scuola permetterà agli organizzatori di confrontare il numero totale di partecipanti con il numero totale di alunni iscritti alla scuola.

Le scuole che otterranno una percentuale di partecipanti uguale o superiore al 50% riceveranno dalla Commissione Europea un “Certificato di eccellenza nell’alfabetizzazione informatica” e saranno menzionate nel sito ufficiale di Europe Code Week.

La nostra scuola è già registrata e il suo codice univoco è CW4a19PIBI. Tutti gli insegnanti sono invitati ad offrire ai propri studenti un’esperienza di programmazione in classe. Ogni opportunità di programmazione merita di essere inserita nella mappa degli eventi CodeWeek e contribuirà al successo della scuola.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Big Data - Presentazione del Rapporto del gruppo di lavoro

Big Data, presentato il Rapporto del gruppo di lavoro Miur
Giannini: "Rappresentano opportunità, nostro obiettivo incentivare cultura dei dati a scuola e nelle università"

"Diffondere e incentivare la cultura dei Big Data a scuola e nelle università". Questo l'obiettivo individuato dal Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Stefania Giannini, nel corso della presentazione del Rapporto prodotto dal Gruppo di lavoro sui Big Data da lei stessa istituito al Miur.

Il Rapporto è stato presentato stamattina da Fabio Beltram, coordinatore del gruppo di lavoro e Direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa, alla presenza di Gaetano Manfredi, Presidente della Conferenza dei Rettori (CRUI), e di Francesco Castanò, Direttore centrale per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione dell'Istat, uno dei membri del gruppo di lavoro.

Fra gli obiettivi individuati dal Rapporto presentato oggi, l'inserimento di moduli di data science in tutti i corsi di studio universitari, percorsi di laurea magistrale e master dedicati, un'attenzione specifica al tema dei Big Data nei bandi che scaturiranno dal Programma Nazionale per la Ricerca, una maggiore educazione al valore del dato nelle scuole come parte dello sviluppo delle competenze digitali, percorsi didattici sui dati Big e Open, il miglioramento della fruizione e diffusione del vasto patrimonio informativo del Miur, anche integrato con fonti di dati esterne.

"Con questo Rapporto il Ministero, attraverso il Gruppo di lavoro, presenta per la prima volta una propria riflessione attenta e di qualità su questo tema da cui sono nati spunti e sollecitazioni a cui daremo risposte immediate", ha dichiarato il Ministro Stefania Giannini. Fra i primi obiettivi "c'è il miglioramento della gestione e diffusione dei nostri dati. Sul fronte della scuola, andremo avanti con il Piano Nazionale Scuola Digitale che è già in fase avanzata e ha già dato frutti. Penso al progetto Programma il Futuro grazie al quale abbiamo coinvolto 1 milione di ragazzi in attività di coding e pensiero computazionale. Similmente a quello del coding, lavoreremo per offrire un percorso di Big Data a tutti gli studenti e studentesse italiane".

"Metteremo poi in campo tutte le azioni possibili, anche con incentivi economici, per incoraggiare gli atenei a diffondere la cultura della gestione dei Big Data in tutti i livelli dei corsi di laurea. Dati aperti e scienza aperta sono le basi imprescindibili per un sempre più solido rapporto tra scienza e società", ha concluso il Ministro.

Il rapporto:

Sembra che tu non abbia un plugin per visualizzare i file PDF all'interno di questo browser. Nessun problema… puoi fare click qui per scaricare il file PDF.

Le slide:

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Biblioteche Scolastiche Innovative: live streaming di accompagnamento.

logo miur

Peanuts library books
Gentile Dirigente
Gentile Animatore digitale

Al fine di accompagnare le istituzioni scolastiche nell'elaborazione della proposta progettuale e nella compilazione dell'istanza per l'avviso sulle Biblioteche Scolastiche Innovative, la Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l'istruzione e per l'innovazione digitale, organizza una seduta di supporto tecnico e amministrativo in live streaming il 27 maggio 2016, dalle ore 12.30 alle ore 14.30, per tutte le istituzioni scolastiche. La connessione è garantita alle prime 1.500 istituzioni scolastiche che si collegheranno. Durante la seduta in streaming sarà possibile intervenire attivamente, inoltrando le proprie richieste ad un indirizzo email che sarà fornito nel momento di avvio della seduta e sarà possibile ottenere le risposte ai quesiti posti. La partecipazione alle sedute di streaming è facoltativa e non comporta alcun tipo di ricaduta sulla selezione delle proposte progettuali. Per chi non può o non riesce a collegarsi, il live streaming sarà registrato e messo a disposizione sul sito PNSD nel box delle Biblioteche Scolastiche Innovative.

L'indirizzo a cui collegarsi è http://www.istruzione.it/streaming_miur/index270516.html

Al Marconi l'evento sarà seguito in diretta in aula magna.

Peanuts library booksA tal proposito si raccomanda di consultare attentamente l'avviso, gli allegati e lo schoolkit (http://schoolkit.istruzione.it/schoolkit/rendere-la-lettura-un-volano-educativo-la-scuola-biblioteca/) per porre eventuali richieste di chiarimento.

Cogliamo l'occasione per invitarvi a visitare, far visitare ed eventualmente a far conoscere tramite il sito della vostra scuola - come qualcuno ha fatto - il sito PNSD nella sua nuova versione, con tante notizie utili, ed i siti ad esso collegati in un "ecosistema" informativo:

  • Gli schoolkit (http://schoolkit.istruzione.it/), cioè modelli di istruzioni per accompagnare le scuole nell'attuazione del PNSD che rispondono a una domanda chiara e aiutano a risolvere un problema o sviluppare una pratica innovativa.
  • La formazione PNSD (http://www.formazionepnsd.it/), con il saluto del Ministro ed un piano navigabile con contenuti correlati utili per la formazione.

Consigli e suggerimenti sui siti possono essere comunicati a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Buon PNSD!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Login. Il giorno in cui l'Italia scoprì Internet

Internet Day

Trentennale del primo collegamento Internet in Italia

29 aprile 2016

La storia di un'impresa realizzata da pochi pionieri all'insaputa di tutti. L'inizio dell'era digitale, delle connessioni e della condivisione. I primi service provider, le prime email, i primi siti web.

Login. Il giorno in cui l'Italia scoprì Internet
documentario di Riccardo Luna

Un viaggio all'alba del web con il documentario "Login. Il giorno in cui l'Italia scoprì Internet" - scritto da Riccardo Luna. È la storia della prima connessione, partita il 30 aprile del 1986 da un centro del Cnr a Pisa per arrivare a una stazione satellitare degli Stati Uniti, passando per le antenne del Fucino. Era un messaggio di quattro lettere e impiegò meno di un secondo per andare e tornare. Da quel momento nulla sarebbe più stato come prima.

LOGIN_Il giorno in cui l'Italia scoprì Internet (versione da 20 minuti) from riccardo luna on Vimeo.

La versione ridotta (20 minuti invece di 52) del documentario sulla prima connessione Internet in Italia, avvenuta il 30 aprile 1986. Scritto da Riccardo Luna, regia di Alice Tomassini.
Fare click qui per la versione integrale.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Team per l'innovazione digitale

Dirigente Scolastica

  • prof.sa Anna Grazia De Marzo

Direttrice dei Servizi Generali e Amministrativi

  • Dott.sa Palmina Loizzi

Animatore Digitale

  • prof. Pierangelo Indolfi

Team per l'innovazione digitale

  • prof. Luigi Andreazza

  • prof. Vincenzo Mele

  • prof.sa Consuelo Rodriguez

Assistente Tecnico

  • Dott. Domenico Marinelli

Assistenti Amministrativi

  • Sig.ra Francesca Pacucci

  • Sig.ra Eva Parlavecchia

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Menu

La nostra scuola... in chiaro

 

Siamo qui

Stampa

Informa Giovani

Le nostre segnalazioni sulle opportunità di lavoro
Ultimo mese Giugno 2017 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2 3 4
week 23 5 6 7 8 9 10 11
week 24 12 13 14 15 16 17 18
week 25 19 20 21 22 23 24 25
week 26 26 27 28 29 30

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia

Sito Ufficiale dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia
Emblema dell'Unione Europea Emblema della Repubblica Italiana Emblema della Regione Puglia Programma Operativo Nazionale -Per la Scuola: competenze e ambienti per l'apprendimento- 2014-2020 ECDL Cisco Systems Zeroshell net services

 

Follow Us