Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la Privacy PolicyAcconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?

Azione 10.2.5 Avviso pubblico 4427 del 02 maggio 2017 Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020
Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE)
Obiettivo Specifico 10.2 – Azione 10.2.5

Progetto:

I luoghi degli antichi mestieri in Puglia: mare città e campagna

Modulo:

Comunicazione digitale dei beni culturali

 Il progetto in breve:

Nel corso del progetto è stata effettuata una ricerca che ha avuto come tema lo studio dei “luoghi del fare”.

Tale scelta è stata motivata dalla convinzione che la conoscenza, lo studio, la documentazione (anche facendo ricorso a tecnologie innovative) e la diffusione delle antiche tradizioni produttive della nostra terra, in un'area geografica che non ha avuto un importante sviluppo industriale ma la cui economia vive sulle piccole e medie imprese e su una serie di attività di nicchia legate sempre alla ricchezza delle risorse che il territorio offre, potesse risvegliare nei giovani studenti quel senso di appartenenza e quel desiderio di tutela e recupero di tali antiche tradizioni produttive fino magari a fare loro immaginare un disegno di auto-imprenditorialità.

L’area su cui è stato approfondito il tema è stata  ristretta all’interno di un ambito contenuto del territorio pugliese, ma che al contempo ha offerto  gli spunti descritti precedentemente.

Si è scelto infatti di approfondire il tema individuando una fascia di territorio che dal tratto di costa compreso tra Molfetta e Bari, si è spinto verso l’interno comprendendo il Sud-Est barese fino al centro murgiano di Altamura e ancora più a sud sino al Salento. Questa scelta ci ha permesso di approfondire tutti i temi e tutte le varianti legati ai “luoghi del fare”: dai cantieri navali di Molfetta, dove ancora “maestri d’ascia” costruiscono le barche in legno dei pescatori con metodi tradizionali, fino alle grandi masserie da grano, agli jazzi per le greggi presenti sui territori murgiani, ai frantoi ipogei e alle cave di marmo salentine.

Il progetto si è sviluppato nelle seguenti fasi:

  1. ricognizione della cartografia storica e attuale
  2. ricognizione dei documenti d’archivio
  3. sopralluoghi mirati sul territorio e in centri urbani
  4. sopralluoghi in aree archeologiche
  5. documentazione grafica e fotografica
  6. interviste contadini e pescatori, artigiani sugli antichi strumenti e metodi di lavoro
  7. realizzazione di un sito web in cui riportare le informazioni info-grafiche raccolte.

diversamente affrontate all'interno dei diversi moduli:

  1. Conoscenza geografica del territorio
  2. Metodologie di documentazione digitale dei beni culturali
  3. Conoscenza storica del territorio
  4. Comunicazione digitale dei beni culturali
  5. Le nuove tecnologie per la divulgazione

I dati raccolti ed elaborati digitalmente dai moduli Conoscenza geografica del territorio, Metodologie di documentazione digitale dei beni culturali e Conoscenza storica del territorio sono stati rielaborati e pubblicati, dagli studenti del modulo Comunicazione digitale dei beni culturali, sul sito web antichimestieripuglia.altervista.org

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva