Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la Privacy PolicyAcconsenti all'utilizzo di cookie di terze parti?

LA LUNGA MARCIA CONTRO LA MAFIA

“La Mafia Spa è la più grande azienda italiana per fatturato. Oggi non ha più bisogno di uccidere: compra. Il suo patrimonio potrebbe da solo colmare il debito pubblico italiano. È una multinazionale del crimine da mille miliardi di dollari, un grande gruppo finanziario con dirigenti e quadri, un universo in cui si coniugano arcaicità e modernità, localismo e globalizzazione“.

Poche righe che però riescono a descrivere con sorprendente fedeltà un fenomeno che dovrebbe interessare tutti, in quanto la mafia è una malattia ormai cronica del nostro Paese. Proprio con il fine di smuovere le coscienze dei ragazzi, che rappresentano il futuro della società, l’ITIS “G.Marconi” di Bari ha ospitato, Mercoledì 3 Marzo 2010, in un aula magna gremita, la presentazione del libro “Mafia Pulita ”, alla presenza degli autori, Antonio Laudati, procuratore generale presso il tribunale di Bari, ed Elio Veltri, noto politico e giornalista.

Un incontro intenso, durante il quale gli autori, grazie anche alle loro formidabili capacità oratorie, hanno saputo mantenere viva l’attenzione nei ragazzi, tutti concentrati e presi nell’ascoltare le vicende che gli venivano narrate, sfruttando la possibilità di immedesimarsi per un attimo nei protagonisti o nelle vittime di queste tristi storie di mafia. Ma, oltre la presentazione del libro, è stato lasciato ampio spazio al dibattito, durante il quale noi ragazzi abbiamo potuto esporre i nostri interrogativi, i nostri dubbi e, perché no, anche le nostre paure, approfittando del fatto di avere due personaggi di spicco della lotta contro la mafia. Perché, come anche gli stessi autori hanno affermato, la lotta alla mafia passa prima di tutto dall’informazione e dall’educazione delle nuove generazioni: arrestato un boss, subito ne emerge uno nuovo; l’unico modo per combattere questo male è estirparlo alla radice, costruendo la consapevolezza in ognuno di noi di ciò che la mafia rappresenta, dei danni sociali ed economici che porta con sé e cercando di distruggere il modello del boss, ricco, potente e rispettato da tutti, impegnandosi, anche nel proprio piccolo, nella lotta contro la mafia.

“Una marcia lunga mille km comincia sempre con il primo passo. Non aspettare che sia il tuo compagno a farlo. Muovi tu il primo passo!” A. Laudati

Importante in questo senso credo che sia anche la presenza dello stato sul territorio e infatti durante l’evento erano presenti, anche fisicamente, le istituzioni, spesso troppo lontane dai giovani. Oltre al procuratore generale era presente anche il Presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli, che non ha esitato ad intervenire durante il dibattito e a trattenersi anche a conferenza terminata per parlare con i ragazzi, lasciando impresso nella mente dei ragazzi un motto, che riassume le armi con cui possiamo e dobbiamo lottare contro la mafia: “C-V-D”, ovvero Coraggio, Valori, Determinazione!

Gianluca Fallocco - V SA - ITIS “G.Marconi” Bari

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva